Vacanze in bicicletta e trekking dal 1985

*Ricerca i tour scegliendo una o più tipologie

CANAL DU MIDI

Francia  Individuale
Codice di riferimento L119
Difficoltà

Un percorso in bici lungo il canale più bello d’Europa. La favolosa storia del “Canal Royal du Languedoc” comincia nel 1663 ...

A partire da
 585€ Richiedi preventivo
Durata: 7 giorni/ 6 notti (5 giorni di bicicletta)
Partenze:

2017:  tutti i giorni dal 01/04 al  31/10


Caratteristiche tecniche

Terreno: prevalentemente pianeggiante, alcune brevi salite solo quando si esce dal percorso lungo il canale, tappe che vanno da 42 a 60 km giornalieri che ad una media di 15 km/h (bassa e alla portata di tutti) significa da 3 a 4 ore di pedalata da suddividere nella giornata.

Strade: 70% sterrate, 30% asfaltate,  per circa 1/3 su pista ciclabile e 2/3  lungargine.

Bici: city bike o mtb 21velocità ( nel caso usiate la vostra bici è sconsigliato avere ruote con pneumatico potendo incontrare tratti disconnessi, soprattutto in seguito a piogge; vista la natura del terreno al momento non è possibile prevedere il noleggio di bici elettriche).

Partecipanti: minimo 2 pax

Trasporto dei bagagli: si.

Consigliato per bambini: oltre i 12 anni con la propria bici (vista la natura del terreno al momento non è possibile prevedere trailer o cammellini per i bambini).

Come arrivare

Aereo: aeroporto di Toulouse Blagnac o Beziers (poco serviti dagli aeroporti italiani; voli di linea Air France www.airfrance.com con scali intermedi).

Navetta dall’aeroporto alla stazione in città e viceversa ogni 20 minuti circa, circa 5€ (durata da 20 a 45 minuti).

Auto:  itinerari programmabili su www.google.it/maps e consultare le norme di viabilità su www.viaggiaresicuri.it.

A Toulouse  l’hotel dispone di un garage (circa €95/settimana); rientro al punto di partenza possibile in treno 

Treno: stazione ferroviaria di Toulouse, beziers o Agde, orari e prezzi sul sito  www.voyages-sncf.com.

 

 

 

 

Descrizione

Tour individuale

 

Nel 1663, Pierre Paul Riquet convince Luigi XIV della possibilità tecnica di collegare l’Atlantico al Mediterraneo con un canale alimentato dalle acque della Montagne Noire: 14 anni di lavoro, 15.000 operai per realizzare un’opera di 240 chilometri. Il Canal du Midi è ora iscritto dall’UNESCO nel patrimonio mondiale dell’umanità e con le sue incredibili opere idrauliche, i ponti e le chiuse, per la maggior parte ancora originali, e il sentiero di alberi tri-centenari che lo costeggia, rappresenta veramente una meraviglia dell’ingegno e della natura. Lungo questo tranquillo e rilassante corso d’acqua  che scorre per  260 km nel sud della Francia, regolato da 64 dighe, scoprirete un paesaggio vario e autentico. La vita del canale è un mondo a parte, celebrato nei romanzi di Maigret e nei vecchi film, col ritmo lento ed ammiccante della Francia rurale. Pedalando sul comodo sentiero battuto che costeggia il canale, si attraversano le rinomate zone vinicole del Minervois e dei Corbières. Molti anche gli spunti artistico-culturali:, la città medievale fortificata di Carcassonne, Adge con la cattedrale romanica in basalto, Beziers e il suo antico ponte romano.

 

 

Programma


km totali 236

 

1° giorno: Arrivo individuale a Toulouse

Arrivo individuale a Toulouse e sistemazione in hotel .

 

2° giorno:  Toulouse – Castelnaudary 60 km

Dopo colazione, consegna delle biciclette (se noleggiate). Dal centro di Tolosa, che per i suoi edifici costruiti con pietre rossastre viene chiamata  la “città rosa”, si percorre la bella pista ciclabile asfaltata, uscendo dalla città. Si segue poi il largo e comodo «chemin de halage » che costeggia il canale, attraversando la campagna del Lauragais, arrivando a Naurouze a 189m,  che è il punto più alto del canale, spartiacque tra l’Atlantico e il Mediterraneo. Si arriva poi a  Castelnaudary, deliziosa cittadina, nota come capitale del « cassoulet », piatto assolutamente da provare. Si tratta di uno stufato divenuto popolare durante la Guerra dei Cent’anni: maiale o anatra, bacon, salsiccia all’aglio e fagioli bianchi  sono gli ingredienti solitamente usati.

 

3°giorno: Castelnaudary – Carcassonne  42 km

Le chiuse, adesso in discesa, si succedono frequenti, alternate a diversi altri manufatti come gli «  acqueduc » di Treboul, Mezeran, Rebenty e Espitalt. Sempre seguendo il canale o con qualche piccola deviazione,  si possono visitare alcuni paesini interessanti come Ste Eulalie e Pennautier. La meta della giornata è Carcassonne, che con le sue 52 torri è la città- fortezza più grande e meglio conservata d’Europa, patrimonio Mondiale dell’Unesco dal 1997. Una passeggiata serale sui bastioni è d’obbligo per ammirare la cittadella illuminata e godere i vicoli e gli scorci senza il vivace via vai dei turisti che la caratterizza durante il giorno.

 

4° giorno: Carcassonne – Homps, 42 km

Anche per questa tappa il terreno è pianeggiante ma il fondo della ciclabile può a volte, soprattutto se bagnato, presentarsi un po’ sconnesso e richiedere qualche passaggio a piedi. Si passa dal ponte romano di Trèbes e da Puicheric, bella cittadina circondata dalle mura. A fine tappa vi accoglie Homps che è stato uno dei porti più importanti del canale e  dove ancora si respira  lo spirito della marineria fluviale tradizionale.

 

5° giorno: Homps – Capestang 42 km

Il canale segue adesso più da vicino il corso dell’Aude passando per Argens e Minervois e le torri massicce del suo castello e per la sua chiusa, la più frequentata del canale, porta d’ingresso del canale dei 2 mari. Si passa per  Le Sommail, uno dei siti più belli lungo il canale e Argeliers, cittadina medievale che conserva le mura, il castello ed una chiesa fortificata. Si arriva poi a Capestang dominata dalla collegiale gotica di St Etienne.

 

6° giorno: Capestang – Beziers 50 km

Oggi potrete vedere una delle meraviglie ingegneristiche del canale: il sistema delle  7 chiuse di Fonserannes. Si pedala poi fino alla città greca di Agde e a le Grau d’Agde, per toccare il mare ! Retorno a Béziers in treno. Beziers   è  una città  ricca di 27 secoli di storia, segnata da rivolte e distruzioni  che ha dato i natali all’uomo che ha progettato il Canal du Midi, Pierre-Paul Piquet; a lui è dedicato il corso nel centro della città.  Béziers, collocata in una regione a vocazione vinicola, ha costruito la sua ricchezza  proprio su questa risorsa e produce oggi vini di eccellente qualità. Notte in  hotel.

 

7° giorno: dopo colazione termine dei servizi

 

Opzione mare: se desiderate passare una notte in una località di mare potete richiedere di trascorrere l’ultima notte il girono 6  dormire a Agde, Grau d’Agde o Cap d’Agde, anziché a Beziers. Lascerete in hotel le bici noleggiate e il giorno 7 farete ritorno  in treno da Agde direttamente verso Beziers o la vostra destinazione.  Difficile da riconfermare per viaggi nel periodo luglio-agosto.

 

Il tour può essere effettuato anche in senso contrario.

Quote


Quote individuali

 

Quota partecipazione 

585

Quota bambino fino 11 anni in 3° letto

410

Quota 3° letto adulto da 12 anni

468

Suppl. opzione mare

40

Suppl. camera singola

235

Suppl. nolo bicicletta

120

Notte suppl. Toulouse in doppia htl ***

72

Notte suppl. Toulouse in singola  htl ***

138


La quota comprende:

sistemazione 1 notte in hotel 3*, 1 notte in b&b di charme, 4 notti in hotel 2* in camera doppia con servizi privati; 6 pernottamenti con colazione;  trasporto bagagli nei trasferimenti di hotel; carta e materiale informativo; descrizione dettagliata del percorso in francese, assicurazione medico bagaglio Europe Assistance 24/24.


La quota non comprende:

viaggio a/r dall'Italia, pasti, bevande, treno da le Grau d’Agde e Béziers, tasse di soggiorno, ingressi, noleggio delle biciclette, extra in genere e tutto quanto non espressamente indicato nella quota comprende.


Raccontaci la tua esperienza

Le vostre esperienze

Andrea

2016-09-13
Il percorso è molto adatto per gli amanti della natura e del paesaggio, in particolare quel paesaggio in cui l'uomo ha plasmato la geografia dei luoghi ma in modo non invasivo e distruttivo raggiungendo un difficile e delicato equilibrio tra natura, tecnica e architettura, insomma ciò che riusciva bene all'uomo fino a circa la metà del xx secolo e che invece al giorno d'oggi riesce sempre male o con grande difficoltà. tutta l'opera del canal du midì è di grande fascino e lascia trasparire con evidenza la genialità e la lungimiranza del suo progettista paul riquet. le tappe sono poco impegnative e si ha tutto il tempo di fermarsi lungo il percorso ad osservare ciò che interessa di più: flora, fauna, barche, manufatti idraulici, ponti, superamento delle chiuse. alla fine delle tappe si arriva sia in città di grande attrazione come carcassonne e toulouse sia in piccole cittadine come capestang e castelnaudary ma che offrono sempre dei motivi di interesse. buoni gli alloggi e tutta l'organizzazione, l'unico aspetto che può presentare dei problemi è il ritorno al punto di partenza, beziers o toulouse, per noi è stato beziers, da fare in treno ma non su una tratta sola, occorre cambiare a narbonne, con attesa della coincidenza di circa due ore e allungamento dei tempi di rientro. consiglio un giorno in più se si arriva a toulouse sia per visitare la città in modo più approfondito, sia per organizzare meglio il ritorno.

CANAL DU MIDI

Francia  Individuale
Codice di riferimento L119
Difficoltà

Un percorso in bici lungo il canale più bello d’Europa. La favolosa storia del “Canal Royal du Languedoc” comincia nel 1663 ...

A partire da
 585€ Richiedi preventivo
Durata: 7 giorni/ 6 notti (5 giorni di bicicletta)
Partenze:

2017:  tutti i giorni dal 01/04 al  31/10


Caratteristiche tecniche

Terreno: prevalentemente pianeggiante, alcune brevi salite solo quando si esce dal percorso lungo il canale, tappe che vanno da 42 a 60 km giornalieri che ad una media di 15 km/h (bassa e alla portata di tutti) significa da 3 a 4 ore di pedalata da suddividere nella giornata.

Strade: 70% sterrate, 30% asfaltate,  per circa 1/3 su pista ciclabile e 2/3  lungargine.

Bici: city bike o mtb 21velocità ( nel caso usiate la vostra bici è sconsigliato avere ruote con pneumatico potendo incontrare tratti disconnessi, soprattutto in seguito a piogge; vista la natura del terreno al momento non è possibile prevedere il noleggio di bici elettriche).

Partecipanti: minimo 2 pax

Trasporto dei bagagli: si.

Consigliato per bambini: oltre i 12 anni con la propria bici (vista la natura del terreno al momento non è possibile prevedere trailer o cammellini per i bambini).

Come arrivare

Aereo: aeroporto di Toulouse Blagnac o Beziers (poco serviti dagli aeroporti italiani; voli di linea Air France www.airfrance.com con scali intermedi).

Navetta dall’aeroporto alla stazione in città e viceversa ogni 20 minuti circa, circa 5€ (durata da 20 a 45 minuti).

Auto:  itinerari programmabili su www.google.it/maps e consultare le norme di viabilità su www.viaggiaresicuri.it.

A Toulouse  l’hotel dispone di un garage (circa €95/settimana); rientro al punto di partenza possibile in treno 

Treno: stazione ferroviaria di Toulouse, beziers o Agde, orari e prezzi sul sito  www.voyages-sncf.com.

 

 

 

 

Hai delle domande su questo viaggio?

Chiamaci al +39 059 680035 oppure scrivici al info@verde-natura.com