Trekking individuale

Il Cammino dei Fari è un percorso diverso e insolito che collega 200 km di costa da Malpica a Finisterre,  lungo  la  costa spagnola più occidentale, quella della Galizia. Un percorso che ha il mare come filo conduttore  e che  tocca  i principali fari  della Costa da Morte. Dalle condizioni spesso difficili del mare e dalla  conformazione del litorale, formato da numerose scogliere rocciose a picco sull'oceano,   deriva il nome dato a questa costa  che rimanda ad antichi racconti di pescatori e ad un triste passato di naufragi; per questo motivo, alla fine del secolo XIX, si iniziarono a costruire i fari che guidarono le navi  lungo le belle ma pericolose coste. In questo luogo magico molti elementi della natura  sembrano fondersi: spiagge, dune, fiumi, rocce, foreste, estuari; ma vi aspettano anche  fortezze, villaggi di pescatori affacciati sul mare e stupendi tramonti; in breve, un sentiero unico che trasmette emozioni uniche.  Il Camiño dos Faros non è un percorso per principianti: alcuni tratti sono impegnativi   ma  sarete ricompensati da incredibili panorami, assaporerete il profumo della salsedine, scoprirete antiche leggende e, non da ultimo,  gusterete   il sapore unico dei frutti di mare appena pescati.
1º giorno:  Santiago de Compostela   +  transfer fino  Malpica Arrivo individuale a  Santiago de Compostela e transfer fino al pittoresco paesino di Malpica (circa 1h15),  situato in una penisola tra  il porto peschereccio e la spiaggia. 2º giorno: Malpica  - Minons    23  Km La prima tappa di questo Cammino inizia dal faro del porto di Malpica e percorre tutto il paesino: il porto, le sue stradine, la passeggiata sul mare e la spiaggia di Area Maior proseguendo poi  in direzione a San Adrián. Attraverserete  Beo  e  Seiruga fino a raggiungere  Barizo  dove  attraverserete la spiaggia prima di salire, seguendo il ruscello, verso Punta Nariga.  Coninuerete sulla strada sterrata verso il  parco eolico per poi  scendere nuovamente verso  Nariga e il  Faro de Punta Nariga.  Un  tratto in salita e poi di nuovo in discesa vi conduce infine alla Spiaggia de Niñóns, passando per un’area caratterizzata dalle  scogliere. 3º giorno: Minons – Ponteceso    26 Km   La tappa di oggi  inizia dalla spiaggia di Niñóns:  percorrerete la costa scoscesa che porta  al Porto di Santa Mariña: da questo punto inizia  il tratto  in salita più impegnativo della giornata  fino alla “vergine del Faro”; sarete però ricompensati con una vista superba  su quello che sarà il vostro itinerario.  Attraverserete poi il porto peschereccio di Corme, la spiaggia di Valarés e altri villaggi fino a Rio Covo.  Da qui seguirete un sentiero nel bosco; l’ultimo tratto lungo il Monte Branco è spettacolare; la strada  costiera vi porta alla foce del Anllóns, con una vista privilegiata dell'Isola Tiñosa e di tutte le dune e la spiaggia di Barra, verso le quali scenderete per percorrere questo chilometro di deserto nell'insenatura di Insua, luogo di grande importanza ornitologica. Arrivo infine a  Ponteceso. 4º giorno: Ponteceso – Laxe   26 km Il primo chilometro della tappa segue la strada nazionale. Dopo  3 km raggiungerete  O Lodeiro dove potrete contemplare la grande quantità di uccelli che hanno il loro habitat qui nell’estuario del fiume Anllóns. Da Dombate ritornerete  verso la costa, facendo una piccola devizione a Fontefría per salire al Castello de Lourido, il punto più alto del Camino dei Faros con i suoi  312 metri. Da qui godrete della stupenda vista panoramica del Fiordo Ría de Corme e Laxe.  Scenderete quidni per  Canduas  verso la  spiaggia di Area das Vacas e  Rebordelo, dove vi  suggeriamo di fare una sosta. L'ultima parte della tappa vi porterà  alla Punta do Cabalo, da dove  seguirete  la costa passando la bella spiaggia Coído de Frexufre prima di raggiungere  Laxe. 5º giorno: Laxe  - Arou    18 km Dopo la visita  del porto e la chiesa  di Santa Maria of Atalaya lasciate Laxe  proseguendo  fino al  Faro seguendo  la Rotta da Insúa. Dal Faro avrete  un'ampia panoramica del fiordo, di  Laxe e del percorso che vi attende fino a  Camelle. A Soesto potrete  riposarvi  prima di percorrere la Punta de Catasol e la Playa de Arnado. Il tratto successivo, in direzione  di Camelle,  vi porterà ad attraversare  un altro paesaggio spettacolare di questo Camiño dos Faros:  si tratta di un percorso  costiero che  riporterà la vostra mente alla fiaba di Liliput , nel mondo delle pietre giganti: vedrete infatti pietre di tutte le forme e dimensioni, altra caratteristica peculiare  di questo paesaggio che vi seguirà fino  alla cala di Sabadelle, un antico porto baleniero. 6º giorno: Arou – Camarinas   23 km Oggi vi aspetta uno dei sentieri più belli, un percorso scosceso lungo la costa particolarmente ricca di storia. Il tratto che va da Arou a Cabo Vilán è l'inizio di tutto: partirete presto da Arou verso l'insenatura di Xan Ferreiro e il belvedere di Lobeiras. Da qui seguendo  un sentiero punteggiato di ginestre  camminerete  lungo le "coídos" (piccole insenature piene di pietre  sferiche) nel bel mezzo di un paesaggio unico, fino a a raggiungere il porto di Santa Mariña  e a risalire la duna a  Mount Blanc. Arrivati in cima potrete godere di  una delle viste più spettacolari del Camiño dos Faros. Scendendo, attraverserete le piccole e solitarie calette di Trece fino a Punta Boi, dove l’oceano si infrange violentemente sulla  costa. Da Vilan vi avvicinerete  a    Camariñas per un altro sentiero che percorre tutto il litorale, passando per la Cappella della Virxe do Monte ed il Castello. 7º giorno: Camarinas  - Muxia  32 km Questa sesta tappa è la più lunga di tutto il percorso, quella che si svolge maggiormente su asfalto; impiegherete  circa dieci ore per completarla ma nonostante questo  tutto sarà stupenda! Vedrete gli allevatori di molluschi lavorare in  queste acque tranquille ricche di crostacei, soprattutto vongole veraci, osservandoli mentre le raccolgono durante la bassa marea, mentre diverse specie di uccelli cercano di rubare un po’ di cibo!  Giunti alla Playa de Ariño non potrete seguire  il fiume, dovrete percorrere la strada per attraversare Tasaraño, Dor, Allo e a Ponte do Porto, verso Cereixo. In un breve tratto vi aspettano un mulino, la chiesa di Santiago e un impressionante bosco di roveri oltre le Torri de Cereixo. Attraverserete tutta la Playa de Area Grande e salirete  verso la pineta per arrivare alla playa de Leis, che attraverserete  facendo attenzione alle rocce, fino al faro della Playa de Lago. Da qui una ripida collina vi porterà a  Chorente  e poi  alla punta omonima da dove già si riesce a intravedere Muxía, conosciuta come  la fidanzata del vento.  Secondo la tradizione la Vergine arrivò a Muxía su una nave di pietra per incoraggiare l’Apostolo Giacomo a compiere la sua predicazione nel nord-est della Penisola Iberica. Le “piedras santas” intorno al santuario sarebbero i resti della barca.  giorno: Muxia – Neminas    25 km Questa penultima tappa inizia con un tratto tra i più  impegnativo del cammino:  i primi 10 km da  Lourido a Moreira sono infatti caratterizzati da continue salite e discese. Uscirete  da Muxía  attraversando  O Coido e la spiaggia di  Lourido fino al Coido de Agra: da questo punto inizia la salita al Monte Cachelmo da dove potrete ammirare la panoramica del resto della tappa, con Cuño, O Pedrouzo, Moreira e tutta la penisola che forma Cabo Touriñán.  Da Cuño inizierete una salita fino ai 264 metri del Monte Pedrouzo (2 chilometri di salita con una pendenza media del 13%). Arrivati in cima, dopo una meritata pausa,  inizierete  la discesa verso la Playa de Moreira, un altro percorso impegnativo che richiede tecnica a causa  con terreno irregolare, con pendenza che in alcuni punti arriva al 25%. Una volti giunti alla Playa de Moreira la tappa si addolcisce; da Moreira un sentiero in  terra battuta vi porta verso Touriñán e al suo  Faro, il  punto più occidentale del Camiño dos Faros. Ultimo tratto fino a Playa de Nemiña. 9º giorno: Neminas – Finisterre  26 km Siamo ormai all’ultima tappa:   meglio partire abbastanza presto  dalla spiaggia alla volta  della spiaggia Di Lires, potendo scegliere di attraversarla o di costeggiarla. Proseguirete poi verso la Playa do Rostro, e dopo averla attraversata, inizierete a scoprire  altri paesaggi unici del Cammino dei Fari:  le scogliere formate dalla Punta do Rostro e la Punta do Castelo dove  potrete visitare  i resti del Castro de Castromiñán e da dove contempleremo la prossima meta di questa tappa: il Capo della Nave. Questo tratto del Cabo de la Nave è uno dei più spettacolari: una delle discese più ripide ci porterà alla playa de Mar de Fora.   In continua salita poi arriveremo alla parte ovest del Capo, a partire da dove inizia l'ultimo tratto  molto pendente e con terreno sassoso prima di contemplare le prime immagini del Faro Fisterra, al quale giungeremo per un cammino diverso da tutti gli altri: O Camiño dos Faros. 10º giorno:Finisterre – Santiago de Compostela Dopo la prima colazione, transfer fino a Santiago. Partenza individuale.
Terreno prevalentemente collinare con salite e discese impegnative che presuppongono  una buona capacità tecnica; tappe fino a 10 h ore di cammino al giorno. E’ necessario avere un buon allenamento fisico e aver già effettuato altri trek. Partecipanti: min. 2 pax Trasporto dei bagagli:Consigliato per bambini: no

Durata: 10 giorni/9 notti (8 giorni di trekking)

Partenze: 2017:  tutti i giorni dal 01/04  al 30/10

Quote individuali
Quota partecipazione 770
Suppl. singola 330
La quota comprende: 9 pernottamenti con prima colazione in hotel 1*/2*/3*, alberghi rurali e pensioni, in camere doppie con servizi privati; transfer Santiago/Malpica giorno 1; transfer Finisterre/Santiago de Compostela giorno 10; eventuali trasferimenti htl/inizio o fine tappa; trasporto dei bagagli da hotel a hotel (1 a persona, max 20 kg); carta, materiale informativo e descrizione dettagliata del percorso in italiano; tracce GPS; assistenza telefonica in italiano; assicurazione medico bagaglio Europe Assistance 24/24. La quota non comprende: il viaggio a/r dall’Italia, le bevande, i pranzi;  gli ingressi a musei e monumenti, visite, gli extra in genere e tutto quanto non espressamente indicato nella quota comprende.
Aereo: aeroporto di Santiago de Compostela, raggiungibile via  Madrid  con voli di linea da molti  aeroporti italiani con Iberia o Mare Nostrum. Nel periodo estivo voli low cost anche diretti con Ryanair www.ryanair.com Auto:  itinerari programmabili su www.google.it/maps e consultare le norme di viabilità su www.viaggiaresicuri.it. Bus: molti i collegamenti da altre città della Galizia e della Spagna con Santiago: Alsa, Freire, o Monbus da Madrid Treno: orari e prezzi sui siti  www.raileurope.comwww.sncf.com o www.renfe.com
Racconti di viaggio

Condividi la tua esperienza o leggi quella di coloro che hanno già viaggiato con noi.

Carica

Grazie per aver condiviso la tua esperienza!

Il tuo commento è stato inserito correttamente e sarà on line subito dopo i controlli di moderazione.

Arrivederci a presto
Lo Staff di Verde Natura

Thank you for sharing your experience with us!

Your comment was correctly sent and will be available online after moderation.

Thank you and goodbye
Verde Natura Team

Ci sono stati dei problemi nel caricamento

Assicurati di aver caricato al massimo 10 foto.
Dimensioni troppo grandi delle foto potrebbero causare problemi

Ti invitiamo a riprovare, se il problema persiste, non esitare a contattare l'amministrazione.

Arrivederci a presto
Lo Staff di Verde Natura

An error occured while uploading

Make sure you uploaded a maximum of 10 images. The size of the images is too big and may cause problems.

Please try again. If the problem persists, contact the administration.

Thank you and goodbye
Verde Natura Team

  • {[{comment.fields.nome}]} Viaggio del {[{comment.fields.data_v | date:'dd/MM/yyyy'}]}

    {[{comment.fields.msg}]}

    {[{comment.fields.risp}]}