come cambiare catena bici guida pratica

Tutte le bici necessitano di un po’ di manutenzione e la catena è sicuramente uno dei componenti più soggetti ad usura. Ai ciclisti con un po’ di esperienza alle spalle, sarà capitato sicuramente di dover cambiare questa parte del proprio mezzo, mentre per i neofiti potrebbe essere una novità. Per questo è molto importante sapere che cosa fare, ma soprattutto è importante capire quando si deve cambiare la catena della bici. In questo articolo vogliamo fornirti una guida pratica ed essenziale, per non farti cogliere mai impreparato.

Prevenire è meglio che curare: la regolare manutenzione della bici

La catena della bici richiede la sostituzione in due casi specifici: quando si rompe e quando è eccessivamente usurata. Per cercare di salvaguardare il componente più a lungo si deve effettuare una corretta manutenzione periodica: solo in questo modo infatti si può allungare il suo ciclo di vita. Ma in che cosa consiste questa manutenzione?

Come prima cosa, evita di lasciarla parcheggiata sotto alla pioggia per lunghi periodi, se vivi al mare anche le normali condizioni atmosferiche possono essere un problema a causa della salsedine. Verifica inoltre che sia sempre unta e in caso contrario lubrificala con un prodotto specifico per bici, oppure con un olio per le macchine da cucire. Non usare mai invece il grasso, perché si impasta con lo sporco e nemmeno lo spray sbloccante perché potresti ottenere l’effetto contrario.

La catena va regolarmente pulita perché tende ad accumulare lo sporco e dopo la rimozione, va lubrificata. Nel caso in cui inizi a presentare i primi segni di ruggine, grattala con una spazzola metallica e in seguito, ungila.

come cambiare catena bici

La catena della bici richiede la sostituzione in due casi specifici: quando si rompe, quando è eccessivamente usurata

Quando è il momento esatto per cambiare la catena della bici?

Come ti abbiamo detto prima, la catena va cambiata in caso di rottura o di eccessiva usura. Non esiste in realtà un numero preciso di chilometri entro cui fare la sostituzione, perché tutto dipende dall’uso che se ne fa e dal tipo di manutenzione effettuata.

In generale però si deve controllare l’allungamento delle maglie, quando diventa eccessivo allora è il momento di sostituirla. Per verificarlo serve uno strumento specifico che hanno tutti i meccanici di biciclette. Qualora non ti accorgessi dell’allungamento delle maglie, potrebbe verificarsi anche un deterioramento dei denti delle corone e dei pignoni: per questo è importante controllare lo stato della meccanica della bici periodicamente.

Se ti accorgi in tempo dello stato di usura della catena, l’unico componente quindi che dovrai sostituire sarà questo. Se invece senti che la nuova catena slitta quando spingi sui pedali, significa che è necessario cambiare anche corone e pignoni.

Le fasi da seguire per cambiare la catena in modo corretto

Come prima cosa verifica di acquistare la catena giusta per il numero di marce della tua bici, quindi da 1 a 12 marce. Munisciti di uno smagliacatena, l’unico attrezzo che ti servirà per realizzare questo lavoro in autonomia, quindi apri la vecchia catena verificando dove passa, in particolare nelle pulegge del cambio.

Leggi anche: come regolare il cambio della bici

Monta la nuova catena facendola passare negli stessi punti di quella vecchia, in seguito chiudila sempre con lo smagliacatena. Verifica infine che la maglia chiusa non sia bloccata, ma si pieghi normalmente e come ultima cosa, olia la nuova catena.

come cambiare catena bici

Non esiste un numero preciso di chilometri entro cui fare la sostituzione, perché tutto dipende dall’uso che se ne fa e dal tipo di manutenzione effettuata


Articolo di Travel On Art e Riccardo Tavernari