parma in bici con bike food stories

Se dici Parma, dici Prosciutto e Parmigiano Reggiano, ma anche Culatello, anolini e tanti altri prodotti tipici che fanno venire l’acquolina in bocca a tutti. Il territorio emiliano è il paradiso dei viaggiatori gourmet e ha anche una guida d’eccellenza: Davide, ciclista enogastronomo che accompagna i cicloturisti alla scoperta della natura e dei sapori tipici emiliani con il progetto Bike Food Stories.

Parma è situata nel cuore della Food Valley ed è stata riconosciuta “città dell’enogastronomia” dall’UNESCO, ecco perché è il luogo ideale per dedicarsi a dei piacevoli weekend attivi, all’insegna dei sapori più autentici. Gli itinerari di Davide non si sviluppano solo in città, ma si allargano in tutta la provincia per andare a scoprire i luoghi di produzione, i laboratori e per conoscere gli artigiani del gusto. Un’esperienza immersiva da vivere su due ruote e pedalando, proprio come farebbe un emiliano DOC!

A questo punto ti chiederai come sono organizzati i suoi itinerari e soprattutto, se sono adatti a tutti: abbiamo intervistato Davide per rispondere a queste domande.

Davide, come ti è venuta l’idea di questo progetto e come è nato Bike Food Stories?

Bike Food Stories è nato dall’unione delle mie due grandi passioni: la bicicletta e l’enogastronomia. Ho sempre avuto un debole per il viaggio lento e ho capito che l’unione di questi due elementi in un territorio come quello di Parma, sarebbe potuta diventare una proposta interessante per i cicloturisti di tutto il mondo. Il progetto vero e proprio è iniziato nel 2016 all’interno del coworking ON/OFF di Parma, che mi ha aiutato a trasformare la mia idea, in un progetto concreto. Dopo circa un anno di attività in sella alla mia bici, ho accompagnato più di 790 persone provenienti da 30 paesi diversi, per un totale di 25.365 km percorsi.

Perché hai scelto proprio di specializzarti nel territorio di Parma in bici?

L’interesse è nato perché la terra emiliana è ricca di eccellenze, le persone sono disposte ad aprirti le porte per mostrarti ciò che producono, inoltre il territorio è pianeggiante ed è quindi facile da percorrere. In generale c’è una grande cultura della bici con strade a basso traffico: è una regione che si presta molto bene al cicloturismo, il territorio è praticamente perfetto per questa attività.

parma in bici

L’interesse è nato perché la terra emiliana è ricca di eccellenze e la gente è disposta ad aprirti le porte per mostrare quello che producono – foto @Bike Food Stories

Qual è la cosa che amano di più i turisti dei tuoi itinerari in bici?

Dipende dalla loro nazionalità e quindi dalla loro cultura, ma in generale la cosa che viene più apprezzata è la bellezza della campagna emiliana. Il paesaggio rurale con le vecchie fattorie abbandonate suscita sempre un gran fascino, ma soprattutto molti si chiedono come mai delle case così belle siano state abbandonate. Un’altra grande attrazione sono i pomodori, in generale i cicloturisti che accompagno non concepiscono che crescano per terra.

Come sono organizzati i tuoi itinerari in bici?

Gli itinerari che propongo sono di uno o più giorni in cui ci muoviamo all’interno della provincia di Parma in bici, dando grande spazio ovviamente al cibo, tra degustazioni e visite ai luoghi di produzione, ma anche alla natura, perché la gente è in vacanza e desidera rilassarsi vedendo paesaggi nuovi, ai quali non è abituata.

I tuoi itinerari sono percorribili da tutti, anche dai principianti?

Assolutamente sì, anzi sono molto consigliati per i principianti e sono perfetti per le famiglie oppure per chi usa la bici poche volte all’anno. Il territorio di Parma è pianeggiante o con lievi pendii e di solito non percorriamo mai distanze eccessive durante il nostro viaggio.

Come si fa a prenotare un tour ciclo-enogastronomico con te?

A fine aprile, con partenza venerdì 29, farò un percorso ad anello che parte dalla città di Parma per unire l’attività all’aria aperta con degustazioni e visite ai luoghi di produzione. Andremo alla scoperta dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP, del Parmigiano Reggiano, dei vini e delle birre locali. Attraverseremo oltre a Parma, anche Colorno, Torrechiara, Monticelli Terme e Montecchio dell’Emilia.

Se anche tu sei ciclista appassionato di enogastronomia, non perdere quest’occasione: parti con Davide per un weekend all’insegna della natura e del gusto emiliano!

parma in bici

Gli itinerari sono molto consigliati per i principianti e sono perfetti per le famiglie oppure per chi usa la bici poche volte all’anno


Articolo di Travel On Art