Trekking di gruppo con guida

L’Elba, narra la leggenda, è una delle sette perle scivolate in mare dalla collana di Afrodite mentre nasceva emergendo dalle onde. Una perla colorata, cangiante e di grande valore naturalistico e ambientale, riconosciuta con l’istituzione, nel 1996, del Parco Nazionale. Le ampie vedute che si colgono dalle creste battute dal vento sono sempre regali straordinari; muovendosi lungo strade e sentieri che si inerpicano per i colli profumati di macchia mediterranea tra i terrazzamenti è possibile raggiungere santuari, eremi, piccoli borghi, fortezze e miniere. Le vigne, gli ulivi, gli orti, le cave di granito sono un mosaico di antichi saperi da scovare e che vi lasceranno il desiderio di tornare. Nella parte di Elba che scopriremo, a colpirci sarà in particolare la ricchezza dei minerali che dipinge rocce, sabbie. L’approdo nel placido borgo di Rio Marina, dove si ritrovano le radici minerarie degli uomini che hanno scavato nel cuore dell’isola, ci farà entrare subito in un mondo coloratissimo. Capoliveri è uno dei borghi più belli dell’isola, la porta per accedere al promontorio del Calamita, il quale deve il suo nome ad una concentrazione di ferro talmente alta da far deviare gli aghi delle bussole. Qui avremo modo di fermarci su alcune delle sue bellissime spiagge incorniciate da resti di archeologia industriale. Lasceremo l’isola con la visita di Portoferraio, città inespugnabile che trasuda mediterraneità.
01/11: Appuntamento a Piombino. Traghetto per Rio Marina. Rio Marina – Porto Azzurro (4 ore di camminata – 12 km – dislivello +/-360mt.) Ritrovo a Piombino alle ore 10.45 e imbarco per Rio Marina alle 11.40. Dopo aver visitato il paese partiremo, zaino in spalla, tra saliscendi che ci consentiranno di toccare le varie calette del promontorio di Ortano e Capo d’Arco fino alla spiaggia di Terra Nera. Arrivando dall’alto è possibile cogliere l’inaspettata bellezza verde smeraldo del laghetto minerario di Terra Nera, separato dal blu del mare da una lingua di sabbia nera di ematite e in cui si riflettono argini striati e coloratissimi. Qui avremo modo di ammirare le diversissime rocce e minerali che attraggono appassionati e studiosi da tutto il mondo prima di proseguire lungo le spiagge di Reale e Barbarossa. Sistemazione in hotel, cena in ristorante convenzionato e pernottamento.   02/11: Capoliveri – promontorio del Calamita (5,5 di camminata – 17 km – dislivello +500/-470 mt.) Dopo colazione, partiremo a piedi percorrendo un sentiero panoramico che aggira il tratto di costa  rocciosa su cui incombe il carcere di Forte Longone, per arrivare nel centro di Porto Azzurro. Con  bus di linea raggiungeremo Capoliveri, da dove partiremo subito per il nostro emozionante percorso sul promontorio del Calamita. Ad attendervi, in questo periodo dell’anno, un’esplosione di colori, con una predominanza del giallo delle ginestre e viste mozzafiato su gran parte dell’isola, Montecristo, Pianosa e sulle vicine spiagge dell’Innamorata, del Morcone, di Preti, e le isole Gemini.Dalle miniere del Calamita, raggiungeremo la spiaggia nei pressi della miniera del Vallone, un percorso panoramicissimo ed interessante anche da un punto di vista minerario, tra i resti del cantiere chiuso dal 1981 che conserva le tracce del  passato più recente attraverso i macchinari che oggi ci ricordano la storia e la vita di questa parte dell’isola. Rientro con un percorso ad anello a Capoliveri e visita di uno dei centri abitati più belli e vivaci dell’Elba. Rientro con bus di linea a Porto Azzurro. Cena e pernottamento in hotel. 03/11: Rio nell’Elba – Cima del Monte – Porto Azzurro (5 ore di camminata – 13,5 km – dislivello +750/-900 mt.) Partenza in bus dall’hotel per raggiungere Rio nell’Elba, visita del paese da dove ha inizio il percorso di cresta che in parte ricalca la grande traversata elbana. Dalla Cima del Monte a 516 m. di altezza con un solo colpo d’occhio si abbraccia tutta l’isola e si vedono Pianosa e Montecristo. Ampi panorami sia sul versante ovest, sia verso il castello del Volterraio e la baia di Portoferraio, che su quello a est, con la Torre del Giove e la baia di Porto Azzurro. Avremo modo di vedere volteggiare rapaci  sulle nostre teste e di apprezzare le belle sculture arboree delle piante che qui crescono piegate dal vento. Arrivo a Porto Azzurro nel primo pomeriggio, tempo libero nel paese. Cena e pernottamento in hotel. 04/11: Porto Azzurro - Santuario Madonna del Monserrato - Castello del Volterraio – Portoferraio (3,5 ore e di camminata – 9,5 km – dislivello +500/-250 mt.) Colazione e partenza per l’ultima escursione lungo una strada che da Porto Azzurro sembra entrare nel cuore della montagna per arrivare al seicentesco Santuario della Madonna del Monserrato, arroccato su un cocuzzolo, che conserva al suo interno un quadro della Madonna nera con bambino ad imitazione di quello del famoso santuario catalano. Da qui ci porteremo in cima al Monte di Croce, per poi seguire un vecchio tracciato che ci consentirà di raggiungere facilmente la base del colle su cui si erge il castello del Volterraio, che visiteremo. Spostamento con bus a Portoferraio e visita della città voluta da Cosimo de Medici, con ben tre fortificazioni ed un porto inespugnabile. Dalle sue fortezze e piazzette incantate, mai affollate, colorate e imperfette, con abiti che sventolano alle finestre e vivacizzano le vie di una città decisamente mediterranea, lasceremo l’isola. Il rientro in traghetto può avvenire in orari diversi a seconda delle esigenze di ognuno. Partenze ogni mezz’ora.
Terreno: sentieri e strade di campagna, diverse salite e discese. È consigliabile avere già una minima esperienza di trekking o avere svolto un piccolo allenamento. Tappe: durata media delle tappe tra le 4 e le 5 ore e 30 , dislivello positivo tra i 360 e i 750 m al giorno. Numero di partecipanti: minimo 8 Trasporto dei bagagli: NO (si cammina con il proprio zaino il primo e l’ultimo giorno; il 2° e 3°giorno è invece possibile lasciare in hotel quello che non serve per la giornata ) Consigliato per bambini: dai 12 anni

Durata: 4 giorni/3 notti (3 giorni di trekking)

Partenze: 01/11/2018

Quote individuali
Quota di partecipazione in camera doppia 330
Supplemento camera singola 35
La quota comprende : sistemazione 3 notti a Porto Azzurro in hotel *** in camera doppia con servizi privati; 3 colazioni, 3 cene, trasferimenti in bus come da programma, visita del  castello del Volterraio; guida ambientale escursionistica dalla mattina del primo giorno al pomeriggio dell’ultimo giorno; assicurazione Europe Assistance medico/bagaglio 24/24. La quota non comprende: viaggio da e per Piombino, traghetto da e per l’Elba (circa 27€ a persona a/r), i pranzi, bevande, ingressi, trasporto dei bagagli e tutto quanto non espressamente indicato alla voce La quota comprende.
Auto: itinerari programmabili su www.google.it/maps; si consiglia di consultare le norme di viabilità su www.viaggiaresicuri.it. Treno: stazione ferroviaria di Piombino (Trenitalia).
Racconti di viaggio

Condividi la tua esperienza o leggi quella di coloro che hanno già viaggiato con noi.

Carica

Grazie per aver condiviso la tua esperienza!

Il tuo commento è stato inserito correttamente e sarà on line subito dopo i controlli di moderazione.

Arrivederci a presto
Lo Staff di Verde Natura

Thank you for sharing your experience with us!

Your comment was correctly sent and will be available online after moderation.

Thank you and goodbye
Verde Natura Team

Ci sono stati dei problemi nel caricamento

Assicurati di aver caricato al massimo 10 foto.
Dimensioni troppo grandi delle foto potrebbero causare problemi

Ti invitiamo a riprovare, se il problema persiste, non esitare a contattare l'amministrazione.

Arrivederci a presto
Lo Staff di Verde Natura

An error occured while uploading

Make sure you uploaded a maximum of 10 images. The size of the images is too big and may cause problems.

Please try again. If the problem persists, contact the administration.

Thank you and goodbye
Verde Natura Team

  • {[{comment.fields.nome}]} Viaggio del {[{comment.fields.data_v | date:'dd/MM/yyyy'}]}

    {[{comment.fields.msg}]}

    {[{comment.fields.risp}]}